Decidere di prepararsi per il tempio è un grosso impegno! Il tempio è un luogo meraviglioso per la crescita e l’apprendimento spirituale. È dove stipuliamo sacre alleanze con Dio.

Ma, a volte, può essere difficile avere una chiara visione di quello che potrebbe essere il modo migliore farlo.

Non so voi, ma io prima di andare al tempio per la prima volta ero super nervosa. Non sapevo davvero cosa aspettarmi. A parte la lettura dell’opuscolo sulla preparazione per il tempio, non mi era stato dato alcun consiglio o istruzione su come essere pronta per quell’evento.

Certo, in genere sono il tipo di persona che si prepara anche più del dovuto, quindi la mia ansia era, probabilmente, più forte di quella della maggior parte delle persone.

Ma quando si tratta di qualcosa di così sacro e solenne come fare delle alleanze, vorrei essere davvero il più preparata possibile! Ahimè, in quel caso, non lo ero, non come avrei voluto.

Quindi ho pensato ad un paio di cose che avrei voluto sapere prima di entrare al tempio. Vorrei condividere con voi alcune di queste strategie ed argomenti, in modo che non dobbiate preoccuparvi quanto me.

Voglio condividerli anche perché è importante che voi capiate cosa farete nel tempio.

1 – Capire cos’è un’alleanza

Capire cos'è un'alleanzaIntendo capire davvero. Nella nostra epoca usa e getta, è facile avere la convinzione che qualsiasi cosa sia temporanea e sostituibile. Quando iniziamo a vedere tutte le cose come temporanee, le prendiamo meno sul serio.

Ma stipulare e osservare le alleanze non sono azioni destinate ad essere temporanee.

Fondamentalmente, un’alleanza è una promessa che facciamo con il Padre celeste. Egli stabilisce i termini del patto tra noi e Lui e noi li accettiamo volontariamente. Le alleanze sono vincolanti e non dovremmo farle a cuor leggero.

Dovremmo davvero desiderare di essere all’altezza degli impegni richiesti, altrimenti prendiamo in giro Dio. Se non comprendiamo cosa sia davvero un patto, allora rischiamo di farne uno senza essere davvero pronti a mantenere l’alleanza che abbiamo stipulato.

Il principio che sta alla basa dell’importanza di stipulare e osservare le alleanze è la responsabilità. Un giorno dovremo rendere conto al Padre celeste dei desideri del nostro cuore e delle nostre azioni.

Se scegliamo volontariamente di entrare in un’alleanza con il Padre celeste, allora dobbiamo capire che saremo ritenuti responsabili di come abbiamo tenuto fede a tale promessa.

Tenete presente che il Vangelo è un Vangelo di misericordia e perdono: finché cercheremo di migliorare, tutto andrà bene.

2 – Conoscere il piano di salvezza

Conoscere il piano di salvezzaIl piano di salvezza = lo scopo della vita. Il tempio è interamente incentrato sul Piano di Salvezza: si tratta del nostro viaggio di ritorno verso Dio. In effetti, il Piano di Salvezza include ordinanze di salvezza e sacre alleanze che “segnano la via del ritorno a Dio”.

Nel tempio imparerete qualcosa in più sul piano di Dio. Ma questo non dovrebbe impedirvi di studiare tale piano prima di entrare al tempio.

Il mio consiglio è di acquisire familiarità con l’Antico Testamento e con ciò che l’anziano McConkie ha chiamato “i 3 pilastri dell’eternità” e cioè la Creazione, la Caduta e l’Espiazione di Gesù Cristo.

Studiare questi tre eventi vi aiuterà a comprendere meglio il quadro generale della vita e lo scopo dei templi.

3 – Comprendere rituali e cerimonie

Comprendere rituali e cerimonieA volte ci spaventiamo quando vediamo le parole “religioso”, “cerimonia” e / o “rituale” messe insieme. Forse è perché queste parole evocano pensieri sospetti di misteriosi atti simili a quelli di alcune sette, alcuni dei quali compiuti con intenzioni malvagie.

O forse, è solo perché, in genere, non pensiamo che i membri della Chiesa partecipino a cerimonie religiose. Ma la verità è che i membri della Chiesa partecipano a molte meravigliose cerimonie!

Queste cerimonie non sono nulla di cui essere sospettosi o di cui aver paura. Piuttosto, sono qualcosa di cui possiamo rallegrarci. Ma sto andando troppo avanti, presumendo che voi abbiate già capito cos’è un rituale. In caso contrario, impariamolo insieme!

Il dizionario definisce un rituale come “un atto o una serie di atti ripetuti regolarmente in un modo preciso e definito”. Certamente, ci sono gruppi religiosi e non religiosi che eseguono e tengono certi rituali.

Leggi anche: Come possiamo godere delle benedizioni del tempio quando tutti i templi sono chiusi?

Come tutte le cose nella vita, i rituali possono essere eseguiti con intenzioni sacre o profane, ma i rituali stessi non sono intrinsecamente malvagi.

I rituali sono spesso radicati nel simbolismo e, quindi, insegnano preziose lezioni su un particolare principio o evento e possono includere promesse tra i membri del gruppo o con la Divinità.

Per questi motivi, i rituali sono sacri per coloro che li eseguono e non sono aperti alla visione o alla partecipazione del pubblico.

Prepararsi per il tempio: i rituali all’interno della Chiesa

Prepararsi per il tempio: i rituali all'interno della ChiesaTenendo questo bene a mente, parliamo un po’ dei rituali all’interno della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Fuori dal tempio, preparare, distribuire e prendere il sacramento è un rito sacro. Il sacramento rappresenta il corpo e il sangue di Cristo.

I membri della Chiesa prendono parte alla distribuzione del sacramento ogni settimana, come dimostrazione simbolica e letterale del loro impegno nei confronti dell’alleanza battesimale. Niente di segreto, niente di spaventoso.

Fuori dal tempio va tutto bene, ma potreste essere arrivati a questo articolo senza sapere ancora cosa succeda all’interno del tempio. Parte di ciò che facciamo è così sacro che non ne parliamo al di fuori del tempio, in genere parliamo delle cose più basilari.

All’interno del tempio si celebrano le sacre ordinanze di iniziazione, investitura e suggellamento: anche questi sono rituali. L’iniziazione, l’investitura ed il suggellamento vengono eseguiti come parte del processo di stipulazione delle alleanze con Dio.

Come il sacramento, questi rituali hanno a che fare con la meravigliosa Espiazione del nostro Salvatore, Gesù Cristo, e con il piano di salvezza. Niente di segreto, niente di spaventoso, tutto di sacro.

Quindi, prepararsi per il tempio significa avere pace nel cuore quando vi entrerete. Sappiate che parteciperete alle sacre ordinanze e stringerete alleanze divine con Dio.

Queste alleanze, se osservate, vi proteggeranno e vi porteranno pace in questa vita. Inoltre, esse hanno lo scopo di riportarvi al vostro Padre celeste. Lode all’Onnipotente!

3 buoni modi per prepararsi per il tempio è stato scritto da Kelsey Mangum e pubblicato sul sito thirdhour.org. Questo articolo è stato tradotto da Cinzia Galasso.