Voglio che le mie preghiere siano sia regolari che significative, ma faccio fatica a capire cosa funzioni per me. Non voglio che le mie uniche preghiere siano quelle che faccio in tempi difficili.

La sera, entrando nel letto, vi rendete conto di non ricordare più per cosa avete pregato due secondi prima? Accade lo stesso anche a me, con una sfortunata frequenza.

Tuttavia, col passare del tempo, ho raccolto alcuni suggerimenti per aiutarmi a rendere le preghiere più significative.

1 – Pregate ad alta voce

Di solito non mi ricordo di pregare ad alta voce, ma sento una grande differenza quando lo faccio.

Gli studi dimostrano che parlare a voce alta spesso aiuta le persone a concentrarsi ed a ricordare a cosa stavano pensando. Se mi aiuta a studiare, perché lo stesso principio non può aiutarmi a pregare?

Ho scoperto che quando prego a voce alta, le mie preghiere sono più mirate e mi sento come se stessi parlando direttamente con Dio.

2 – Sedete comodamente

Da adolescente, ho iniziato a pregare a gambe incrociate per risparmiare le ginocchia. Ha fatto un’enorme differenza nelle mie preghiere.

Forse è blasfemo, ma spero di no, perché mi aiuta davvero a concentrarmi.

Quando mi inginocchio per pregare il mio corpo è pronto a saltare come un corridore al blocco di partenza; voglio passare alla prossima cosa da fare nel più breve tempo possibile.

Sedendomi in una posizione più comoda, dico al mio corpo che sono impegnata in una buona conversazione, senza bisogno di dover correre.

Immagino di parlare con Dio nel modo in cui parlerei ad un amico che è proprio lì davanti a me.

Sedermi comodamente mi fa sentire più vicina a Dio, mi fa avere dialoghi più profondi con Lui e posso prendermi il tempo che mi serve per meditare mentre aspetto le Sue risposte.

3 – Fate un elenco

quando ogni giorno sembra più pieno di quello precedente, è facile dimenticare ciò per cui volevamo pregare. Potreste dire una breve preghiera in macchina, ma dimenticarvene quando pregate la sera stessa.

Avere un appunto scritto delle preghiere (o un equivalente elettronico) può aiutarvi a ricordare cosa è successo quel giorno e di cosa volete discutere con Dio.

4 – Pregate per coloro che amate

a volte scelgo una persona per la quale pregare in modo specifico. Questo non solo da’ alla mia preghiera più orientamento, ma mi aiuta ad amare di più quella persona e sapere come posso aiutarla.

Se non siete sicuri per chi pregare, chiedete a Dio. Sa molto meglio di noi chi ha bisogno del vostro amore e della vostra attenzione.

5 – Pregate per coloro che avete bisogno di amare

alcune persone sono più difficili da amare rispetto ad altre. So che Dio ama tutti i Suoi figli, ma questo non significa che tutti loro lo rendano semplice.

Spesso prego per i miei bambini di otto anni della scuola domenicale.

Non solo loro traggono beneficio dalle preghiere extra che ricevono, ma ho l’opportunità di saperne di più su di loro e di amarli di più, anche quando alcuni mi spingono contro il muro.

Queste preghiere mi rendono un’insegnante migliore, ma mi hanno anche reso più amabile.

6 – Ringraziate

Dio ci ha benedetti con molto più di quello che possiamo immaginare. Non fa male a noi o a Lui mostrare che notiamo la Sua mano nella nostra vita.

Mostrando gratitudine possiamo coltivare un atteggiamento più positivo mentre miglioriamo la nostra relazione con Dio.

7 – Trovate uno spazio tranquillo

Quando ero una matricola all’università, la mia compagna di stanza amava passare le sue serate ad ascoltare musica rock. Queste circostanze mi rendevano difficile pregare, per non parlare del ricevere ispirazione.

Ero troppo a disagio per chiederle di abbassare la musica o per pregare davanti a lei. La mia soluzione è stata la stanza della caldaia. Ogni notte mi sedevo su un secchio nella stanza della caldaia ed aprivo il mio cuore a Dio.

La situazione poteva sembrare un po’ strana, ma ho trovato la pace e la privacy di cui avevo bisogno per connettermi con Lui.

Suggerimenti per aiutarci a rendere le preghiere più significative

Ciò che aiuta una persona a pregare potrebbe non aiutare un’altra. Se state lottando per rendere le vostre preghiere più significative, continuate a provare.

Ancora meglio, chiedete a Dio cosa dovete fare per avere quella relazione con Lui. Lui è lì. Quando lo chiederete, vi risponderà.

Questo articolo è stato scritto da Camille ward ed è stato pubblicato sul sito faithcounts.com. Questo articolo è stato tradotto da Cinzia Galasso.