A tutti capita di attraversare dei periodi in cui ci sentiamo KO. Ovvero, periodi in cui la nostra motivazione è pari a zero.

Quando questo succede, non riusciamo a concludere nulla, e talvolta scivoliamo in abitudini altamente distruttive.

Vogliamo pentirci, ma sembriamo non volerlo abbastanza. Anche quando ci proviamo facendo uno sforzo minimo, è davvero difficile e vogliamo rinunciare. Esiste una soluzione semplice: l’esercizio fisico.

È strano parlare delle due cose assieme, ma sono realmente strettamente connesse. Se riusciamo a fare l’uno, questo ci aiuta a fare l’altro, creando così un “circolo virtuoso”.

In questo articolo, parleremo dei benefici che derivano dall’esercizio fisico e come questo sia correlato al pentimento. È incredibile.

Fare esercizio fisico è un ottimo modo per dare una spinta alla nostra capacità di pentirci.

Parlerò di pentimento dal peccato, dalla trasgressione, persino dalle dipendenze nella misura in cui esista una correlazione con l’esercizio fisico.

I benefici espressi di seguito si applicano ad ogni tipo di debolezza umana. Spero prestiate attenzione ai benefici che vi interessano di più.

L’esercizio fisico ci aiuta a far fronte allo stress

L’esercizio fisico ci aiuta a far fronte allo stressMolte dipendenze, peccati, cattive abitudini e trasgressioni sono soltanto dei modi negativi per far fronte allo stress.

Sarò il primo ad ammettere di aver formato un legame emotivo con un celebre programma televisivo (“Parks and Recreation”) in un periodo della mia vita in cui non ero in gran forma (non mi giudicate).

Da allora ho appreso meccanismi migliori per sopperire allo stress (non fraintendetemi, amo ancora quel programma, semplicemente non lo guardo più senza sosta come un tempo).

L’esercizio fisico è diventato uno di quei meccanismi di difesa emotiva. È bello pensare che se dovessi mai essere stressato al massimo, posso semplicemente andare a correre, o andare in palestra.

A volte, anche semplicemente fare ginnastica a casa mi aiuta a controllare lo stress, tenere a bada i pensieri e contenere l’ansia.

Studi recenti hanno persino dimostrato che l’esercizio fisico è in grado di aiutare il corpo a far fronte allo stress in momenti della giornata in cui non ci si allena.

Ciò vuol dire che se ci alleniamo con costanza, i metodi per vincere lo stress miglioreranno su tutta la linea. Ed è fantastico! Soprattutto perché è gratis e può anche essere estremamente divertente.

L’esercizio fisico aiuta ad essere più creativi

L’esercizio fisico aiuta ad essere più creativi

L’esercizio fisico non soltanto incrementa i nostri meccanismi di difesa (o di coping) contro lo stress, ma incrementa la nostra creatività.

Talvolta cadiamo nel peccato, nella trasgressione, nelle cattive abitudini o nella dipendenza quando non riusciamo a vedere una via d’uscita ad una particolare situazione.

Forse ci sono troppe scadenze e troppo poco lavoro portato a termine.

Forse, rimangono più giorni alla fine del mese che soldi dello stipendio, e quella busta della decima comincia a farsi più pesante sulle nostre mani.

Studi dimostrano che l’esercizio fisico aumenta la nostra creatività fino a due ore dopo la fine dell’allenamento.

È per questo che consiglio di fare brevi camminate durante le pause a lavoro. Anche semplicemente rialzarsi e sedersi a ripetizione stimola la circolazione del sangue.

Con più creatività, siamo maggiormente in grado di affrontare le nuove sfide che si presentano a noi ogni giorno. In più, la creatività alimenta cose divertenti come questa.

Con più creatività, siamo in grado di valutare la nostra vita, le nostre abitudini, la nostra gestione del tempo, così come qualunque altra cosa, e trovare nuovi modi per gestire il tutto.

Leggi anche: Disciplina quotidiana: la chiave per un flusso costante di benedizioni spirituali

Con la creatività, infrangiamo i nostri limiti e distruggiamo le regole auto-imposte che non ci portano più vicini a Cristo.

L’esercizio fisico aiuta ad essere più motivati

L’esercizio fisico aiuta ad essere più motivatiSo che può sembrare paradossale: l’esercizio fisico, qualcosa per cui serve essere motivati, ti aiuta ad avere più motivazione. Tuttavia è così.

Il cugino del mio migliore amico una volta gli ha dato un consiglio che può essere riassunto in “muovi i piedi”.

Se solo muoviamo i piedi il Signore può guidarci, ricaricarci, darci un nuovo scopo, e magnificarci. Il trucco allora non è fare tutto. È alzarsi e fare qualcosa.

Le ricerche dimostrano che l’esercizio fisico fa aumentare la motivazione e la produttività. Credo che lo schema che stiamo cominciando a denotare qui sia che i benefici dell’esercizio fisico ricadano su tutti gli aspetti della nostra vita.

In questo, possiamo vedere che il nostro corpo è strettamente connesso alla nostra mente e al nostro spirito. Qualunque beneficio per il nostro corpo è un beneficio per la nostra mente e il nostro spirito.

Questo illustra anche l’idea di slancio. Quando vengono mossi oggetti di grandi dimensioni, è richiesta una grande quantità di forza per far sì che acceleri, ma è richiesta una forza di gran lunga minore per mantenere la velocità.

Fare esercizio fisico ci da lo slancio ed è poi più semplice mantenere la motivazione e la produttività. A quel punto trasferiamo quello stesso slancio sul processo di pentimento e siamo molto più preparati a fare cose difficili.

L’esercizio fisico migliora il sonno

L’esercizio fisico migliora il sonnoDormire è un beneficio di cui tutti abbiamo bisogno (eccetto i bimbi che sembrano non volere dormire mai).

Ripensate ad una giornata in cui avete fatto qualcosa di estremamente estenuante per un tempo prolungato.

Per quanto mi riguarda ritorno con la mente ai primi giorni in missione. Quando torni a casa, ti addormenti prima ancora che la testa abbia toccato il cuscino.

La scienza ha dimostrato che l’esercizio fisico favorisce persino la regolazione del ritmo cardiaco e migliora la qualità complessiva del sonno.

In un mondo pieno di cose che ci tengono svegli (luci accese, caffeina, zucchero) e di cose che ti fanno addormentare (NyQuil), quando il corpo viene messo in movimento, questo ci aiuta ad avere un’idea di come questo corpo si senta effettivamente.

Crea i giusti segnali interni. Aiuta ad “eseguire l’arresto” e dormire quando ce n’è bisogno e a rimanere svegli quando è necessario.

Dormire è molto importante per evitare il peccato, specialmente la dipendenza. Quando si dorme di meno, la propria capacità di fare scelte giuste diminuisce.

È stato paragonato a bere alcol. Ecco una citazione di J. David Glass, professore di scienze biologiche presso la Kent State University sugli effetti del sonno sulle cattive abitudini:

“Perciò, potrebbe esistere una soggiacente predisposizione genetica alla dipendenza e all’abuso di alcol che è espressa sotto condizioni circadiane faticose, quali lavoro a turni, problemi del sonno o esposizione ripetuta al jet lag.” (N.d.T.)

Pertanto, qualunque predisposizione viene amplificata dalla mancanza di sonno. Cerchiamo di dormire tutti un po’ di più e lasciare riposare il nostro corpo. Anche il nostro spirito si sentirà meglio.

L’esercizio fisico previene le ricadute

L’esercizio fisico previene le ricaduteQuesto beneficio riguarda principalmente coloro che hanno delle cattive abitudini molto radicate, ma può essere applicato a chiunque.

L’idea è che l’esercizio fisico possa impedire di lasciarsi ricadere dove non vorremmo essere. Può aiutare a rimettersi in riga e non mollare, ma può anche rafforzare l’autodisciplina.

Su una base scientifica, ha decisamente senso. Fare esercizio fisico, favorisce il rilascio delle endorfine, quali la dopamina (l’endorfina della felicità).

Aiuta il proprio corpo a ristabilire i processi di segnalazione chimica. Non si tratta di magia, quindi ci vuole del tempo, ma sicuramente aiuta.

Dal libro “The Power of Habit” (il potere dell’abitudine) di Charles Duhigg, impariamo che le persone di maggiore successo hanno delle abitudini fondamentali che le aiuta a determinare il resto della loro vita.

Non credo che sia una coincidenza che l’esercizio fisico sia una di queste abitudini fondamentali. Aiuta a strutturare la propria mente, il proprio corpo e la propria vita.

Attorno a questa abitudine potete costruire altre buone abitudini e sostituire quelle cattive (ad esempio il peccato).

L’esercizio fisico fa crescere la speranza

L’esercizio fisico fa crescere la speranzaQuesto è uno dei miei benefici preferiti. A mio avviso, una tra le cose più distruttive che ci impediscono di pentirci è la semplice idea che una persona non possa cambiare.

Lo so perché ci sono passato. Quando credi di non poter cambiare, non ci provi neanche perché, beh, “perché prendersi il disturbo?”.

Questa forse è una delle bugie più insidiose di Satana perché nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Cristo è venuto per salvare e per cambiare. Se io non posso cambiare allora la Sua missione è stata invano.

Io posso cambiare. L’esercizio fisico mi aiuta a crederci. Alcuni studi hanno dimostrato che la cosiddetta “autoefficacia” (l’idea di essere in grado di padroneggiare competenze e mansioni) aumenta.

Ciò vuol dire che quando ci alleniamo, migliora la nostra convinzione di poter migliorare. Questo è un precursore naturale del miglioramento.

Quando abbiamo speranza in noi stessi, e in Cristo, tutto è possibile.

Per godere appieno di questo beneficio abbinerei all’esercizio fisico uno studio sul Salvatore. Bisogna sperare in sé stessi, ma in ultima analisi bisogna fare affidamento su Cristo.

Pertanto è necessario confidare anche il Lui. Fate entrambe le cose, e credere nel cambiamento sarà molto più semplice.

L’esercizio fisico aiuta a combattere la depressione

L'esercizio fisico aiuta a combattere la depressione

L’esercizio fisico è un ottimo modo per combattere i sintomi della depressione. Chiariamoci, non è l’unica risposta efficace alla depressione.

Piuttosto, è uno tra i molti strumenti che possiamo utilizzare per sconfiggere questa prova. A me piace questo strumento perché non richiede una prescrizione medica (nella maggior parte dei casi).

Secondo una mia ricerca, l’esercizio fisico migliora l’umore e riduce i sintomi della depressione. Credo che questo sia dovuto al rilascio della dopamina durante l’allenamento.

Credo che derivi anche dalla sensazione di superare gli ostacoli e muoversi. Talvolta nella vita ci sentiamo impotenti, insoddisfatti e incapaci.

Quando superiamo un ostacolo ci sentiamo bene. L’esercizio fisico è una simulazione salutare di questa sensazione.

La depressione può essere parte di un circolo vizioso.

Commettiamo un errore e per questo ci deprimiamo, a quel punto ci sentiamo così tristi che non ci importa di sbagliare, così ne commettiamo degli altri e il circolo continua.

Quando riusciamo a porre un freno alla depressione, la vita diventa più semplice. L’esercizio fisico è un modo per contribuire alla lotta.

L’esercizio migliora le funzioni mentali

L’esercizio migliora le funzioni mentaliNon ci pensiamo mai davvero, ma quando ci alleniamo si allena anche la nostra mente.

Sono stati condotti studi che dimostrano che l’esercizio fisico aiuta il nostro cervello a mantenersi in salute più dei giochi di logica.

Forse il segreto per pensare di più è allenarsi di più.

Ha senso perchè quando siamo coinvolti in un’attività fisica il cuore pompa più sangue al cervello, pertanto, riceve un rifornimento migliore di sostanze nutritive.

Se non ci prendiamo cura della nostra mente, la nostra capacità di comprendere lo Spirito e la nostra capacità di resistere alla tentazione diminuiscono.

Con una mente forte, possiamo spingerci innanzi con fede nella fornace sempre ardente delle afflizioni. Ne usciremo incolumi.

Non è necessario essere perfetti

membri perfettiTanto con la ginnastica quanto con il pentimento abbiamo la tendenza ad essere perfezionisti.

Ci arrabbiamo con noi stessi per non essere in grado di fare meglio, il che ci porta a fare ancora peggio.

Ricordiamo, ogni passo che compiamo è importante. Tutti lo sono. Ogni progresso conta, e quando tutto ciò che possiamo fare è non andare indietro, conta anche quello.

Il Signore è misericordioso e giusto.

Detto questo, credo che sia giusto menzionare che non esiste un unico modo di fare esercizio fisico o di pentirsi. Fate ciò che meglio credete.

Qualunque cosa che sia d’aiuto. Se vi piace fare della passeggiate, fatele. Se avete bisogno di un piano specifico o di qualche applicazione, usatela.

Magari siete patiti di qualche fitness influencer sui social, buon per voi! Lo stesso vale per lo Spirito. Lasciate che lo Spirito vi guidi e vi dica esattamente cosa fare, ma non seguite una formula rigida.

Costruite la vostra salvezza

Costruite la vostra salvezzaSiate ansiosamente impegnati. In una battaglia delle priorità tra l’andare in palestra e l’andare in chiesa, spero che la Chiesa abbia la meglio.

Ma spero anche che l’esercizio fisico diventi una parte importante della vostra dieta spirituale.

Ci sono tantissimi benefici che derivano dall’esercizio fisico, persino ricevere rivelazioni diventa più semplice.

Pertanto, prendetevi del tempo e analizzate le vostre abitudini in termini di esercizio fisico, e vedete quanto possa aiutarvi a pentirvi. Ve lo garantisco, vi sentirete meglio e sentirete anche meglio lo Spirito.

Se vi va, condividete le vostre storie di successo in un commento qui sotto.