Siamo molto familiari con il detto “A Natale siamo tutti più buoni”. Ed è vero che, nelle nostre intenzioni, il nostro animo è più propenso a pensare agli altri.

La nascita di Gesù Cristo, la tradizione dello scambio dei doni, l’atmosfera natalizia, sono alcuni dei fattori che ci fanno sentire più uniti.

Tuttavia, spesso può’ capitare di essere a corto di idee su cosa fare di significativo per il nostro prossimo o, ancora, chi tra le persone che ci sono attorno può trarre gioia e beneficio dal nostro servizio?

Quando ero in Missione, una delle mie attività di servizio preferite consisteva nel preparare dei dolci o delle pietanze monoporzione al mattino, e portarle con me durante la giornata. Appena vedevo qualche bisognoso per strada, potevo offrire loro quel pasto.

Il sentimento che riempiva il nostro animo, scaldava i cuori di entrambi!

A volte è necessario pensare in anticipo a chi vogliamo servire, altre volte possiamo uscire di casa con un piano di servizio in mente e, con una preghiera rivolta a Dio, Egli metterà qualcuno sul nostro cammino che ha bisogno di noi.

Quest’anno, per il terzo anno consecutivo, la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, propone un’iniziativa chiamata “Sii una luce – Dà come Egli ha dato”: un’iniziativa mondiale che incoraggia le persone a servirsi l’un l’altro.

Nel mese di dicembre saranno rilasciati 4 video, uno a settimana, con idee specifiche su cosa possiamo fare per servire il nostro prossimo.

La prima settimana possiamo servire qualcuno nel mondo, magari facendo una donazione o condividendo un messaggio di ispirazione tramite i social media.

La seconda settimana possiamo svolgere un’attività di servizio nella nostra zona, alcune idee possono includere preparare un pasto, donare abiti, aiutare un anziano a caricare la spesa o offrire un canto di Natale nelle case di riposo o negli ospedali.

La terza settimana è incentrata sulla famiglia. Possiamo telefonare ad un parente lontano, tenere una serata familiare speciale o trascorrere del tempo con un familiare che non vediamo da tempo.

Durante l’ultima settimana siamo tutti invitati a prendere parte ad una celebrazione religiosa che possa nutrire la nostra fede.

Scegliamo di essere tutti uniti in “un solo cuore e una sola mente” prendendo parte a questa iniziativa. Possiamo trovare nuove idee seguendo il link:

Sii Una Luce

Non è necessario fare qualcosa di grande e spettacolare. Un piccolo atto di amore è sufficiente a portare il vero spirito del Natale nel nostro cuore e nel cuore di coloro che serviamo.

Quale momento migliore dell’anno per seguire l’esempio del nostro Salvatore Gesù Cristo, di cui celebriamo la nascita e la luce che ha portato su questa terra, per essere noi stessi una luce per le nostre famiglie, la nostra comunità e il mondo intero!