Ad una settimana dalla conclusione della Conferenza Generale di ottobre 2021 facciamo il punto della situazione. Quali sono i messaggi che ci sono piaciuti di più?

Quali i discorsi che ci hanno colpito e che ci hanno fatto comprendere che c’è qualcosa nella nostra vita che dovremmo cambiare?

Anche a questa conferenza siamo stati nutriti abbondantemente dai messaggi ispirati di apostoli e profeti.

È arrivato il momento di mettere in pratica ciò che abbiamo imparato; studiare con tranquillità e in preghiera i discorsi delle autorità generali è un buon modo per cominciare.

Ecco una lista dei messaggi salienti delle sessioni di sabato:

  • Leggete le citazioni
  • Cliccate sul nome dell’oratore che vi interessa di più
  • Godetevi il discorso

Conferenza generale di Ottobre 2021: Sessione di sabato mattina

Russell M Nelson

Russell M. Nelson

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Non c’è mai stato un momento nella storia del mondo in cui la conoscenza del nostro Salvatore fosse individualmente più vitale e rilevante per ogni anima umana.

Immaginate quanto velocemente i conflitti devastanti in tutto il mondo — e quelli nella vita di ciascuno di noi — sarebbero risolti se tutti scegliessimo di seguire Gesù Cristo e di dare ascolto ai Suoi insegnamenti.

Con questo spirito, vi invito a prestare ascolto a tre cose durante questa conferenza: la verità pura, la dottrina pura di Cristo e la rivelazione pura.

Contrariamente ai dubbi di alcuni, esiste davvero ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Esiste davvero la verità assoluta, la verità eterna. Una delle piaghe dei nostri giorni è che troppo poche persone sanno dove trovare la verità.

Jeffrey R. Holland

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Quando ci vengono chieste cose difficili, anche cose contrarie agli aneliti del nostro cuore, ricordiamo che la lealtà che dichiariamo alla causa di Cristo deve essere la suprema devozione della nostra vita.

Sebbene Isaia ci rassicuri che è disponibile “senza danaro [e] senza pagare”6 — e lo è — dobbiamo essere preparati, per usare le parole di T. S. Eliot, al fatto che costi “non meno di ogni cosa”

Quando è l’amore di Dio a dettare l’andamento della nostra vita, dei nostri rapporti reciproci e infine a dettare i sentimenti che proviamo per tutta l’umanità, allora le vecchie distinzioni, le etichette riduttive e le divisioni artificiali cominciano a svanire e aumenta la pace.

Bonnie H. Cordon

Figlie Amate

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Tutti noi a volte ci distraiamo dalla ragione per cui siamo qui e dirottiamo le nostre energie altrove.

Una delle armi più potenti di Satana è quella di distrarci con cause buone e migliori che, in tempi di necessità, possono accecarci, facendoci allontanare proprio dalla causa per eccellenza, ossia l’opera stessa che ci ha portato in questo mondo.

Il nostro scopo eterno è quello di venire a Cristo e di unirci attivamente a Lui nella Sua grande opera. Quando veniamo a Lui, vediamo gli altri attraverso i Suoi occhi.8 Venite a Cristo. Venite ora, ma non venite da soli!

Amo il fatto che per Gesù Cristo non ci sia nulla che sia troppo grande o troppo piccolo da guarire.

Ulisses Soares

Ulisses Soares

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

L’espressione della compassione per gli altri è, di fatto, l’essenza del vangelo di Gesù Cristo e una prova marcata della nostra vicinanza spirituale ed emotiva al Salvatore.

Inoltre, mostra il livello di influenza che Egli ha sul modo in cui viviamo e dimostra la grandezza del nostro spirito.

“Sentiamo il nostro dolore attenuarsi ogni volta che alleviamo il dolore di qualcun altro”.

D. Todd Christofferson

d-todd-christofferson

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Quando dimoriamo nell’amore di Dio dipendiamo sempre meno dall’approvazione degli altri per essere guidati.

A condizione del pentimento, il Signore può elargire misericordia senza derubare la giustizia e “Dio non cessa di essere Dio”.

Non dobbiamo tentare l’impossibile per cercare di razionalizzare i nostri peccati.

D’altro canto, non dobbiamo tentare l’impossibile per cancellare gli effetti del peccato unicamente per merito nostro.

La nostra non è una religione di razionalizzazione né una religione di perfezionismo, ma è una religione di redenzione, redenzione tramite Gesù Cristo.

Clark G.Gilbert

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Fratelli e sorelle, in questa Chiesa crediamo nel potenziale divino di tutti i figli di Dio e nella nostra capacità di diventare qualcosa di più in Cristo.

Nei tempi del Signore, ciò che conta di più non è il punto da dove iniziamo, ma dove siamo diretti.

A prescindere dal fatto che cominciamo in circostanze prospere o difficili, prenderemo atto del nostro potenziale supremo soltanto quando renderemo Dio nostro socio.

Patricio M Giuffra

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Sono passati quasi quarantacinque anni da quando io e mia madre scoprimmo per la prima volta la gioia e il potere di avere fede in Cristo.

Fu grazie alla sua fede in Cristo che la famiglia Lopez condivise il suo nuovo credo con me. Fu grazie alla loro fede in Cristo che questi due missionari lasciarono le loro case negli Stati Uniti per trovare me e mia madre.

Fu la fede di tutti questi cari amici a piantare in noi un granello di senape di fede, che da allora è cresciuto fino a diventare un possente albero di benedizioni eterne.

Dallin H. Oaks

Dallin H. Oaks

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Se smettiamo di dare valore alle nostre chiese — quale che ne sia il motivo — minacciamo la nostra vita spirituale personale, e quando un numero significativo di persone si allontana da Dio ciò riduce le Sue benedizioni per le nostre nazioni.

Frequentare una Chiesa e parteciparvi attivamente ci aiuta a diventare persone migliori e ad avere un’influenza migliore sulla vita degli altri.

In chiesa ci viene insegnato come applicare principi religiosi. Impariamo gli uni dagli altri. Un esempio convincente è più potente di un sermone.

Le delusioni personali non dovrebbero mai tenerci lontani dalla dottrina di Cristo, che ci ha insegnato a servire, non a essere serviti.

Conferenza generale di Ottobre 2021: Sessione di sabato pomeriggio

David A. Bednar

David A. Bednar

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Aiutare le persone a sperimentare il possente mutamento di cuore e a legarsi al Signore tramite sacre alleanze e ordinanze è l’obiettivo fondamentale della predicazione del Vangelo.

Il nostro scopo nel costruire templi è quello di mettere a disposizione i luoghi santi in cui si possono amministrare le sacre alleanze e ordinanze necessarie per la salvezza e l’Esaltazione della famiglia umana, sia per i vivi che per i morti.

L’opera missionaria e quella di tempio e di storia familiare sono aspetti complementari e interconnessi di un’unica grande opera incentrata sulle sacre alleanze e ordinanze che ci consentono di ricevere il potere della divinità nella nostra vita e, infine, di ritornare alla presenza del Padre Celeste.

Ciro Schmeil

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Agire è un’altra chiave essenziale per diventare discepoli di Gesù Cristo migliori. Quando agiamo, Egli ci guida e ci dirige lungo il cammino.

Questo è il modo in cui il Signore opera quando ci sforziamo e agiamo, anche nei momenti in cui non abbiamo una chiara comprensione di quello che si deve fare.

Molte volte le risposte alle preghiere non giungono subito. Dobbiamo però avere fede per continuare, agire con rettitudine ed essere persistenti come Nefi quando cercava di ottenere le tavole di bronzo.

Il Signore ci farà vedere un po’ alla volta; mentre studieremo le Scritture, il Signore ci darà le risposte o la forza di cui abbiamo bisogno per affrontare un altro giorno, un’altra settimana, e per riprovarci un’altra volta.

Susan H. Porter

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Una volta che sapete e capite quanto totalmente siete amati come figli di Dio, ciò cambia tutto. Cambia come vi sentite riguardo a voi stessi quando commettete degli errori.

Cambia come vi sentite quando accadono cose difficili. Cambia la vostra visione dei comandamenti di Dio. Cambia la vostra visione degli altri e della vostra capacità di fare la differenza.

In che modo ognuno di noi può conoscere questa grande verità dell’eternità nel profondo della propria anima?

Erich W. Kopischke

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Come genitori, abbiamo il mandato sacro di aiutare i nostri figli ad affrontare le difficoltà della vita; tuttavia, pochi di noi sono specialisti nel campo della salute mentale.

Ciò nonostante, noi dobbiamo prenderci cura dei nostri figli aiutandoli a imparare a essere soddisfatti dei loro sforzi sinceri mentre si impegnano per soddisfare aspettative appropriate.

mentale. Indipendentemente dal nostro benessere mentale ed emotivo, concentrarsi sulla crescita è più sano che essere ossessionati dalle nostre carenze.

Ripeto, educarci riguardo alle malattie mentali ci prepara ad aiutare noi stessi e altri che potrebbero essere in difficoltà.

Tenere conversazioni aperte e sincere gli uni con gli altri sarà utile perché questo argomento importante riceva l’attenzione che merita. Dopotutto, l’informazione precede l’ispirazione e la rivelazione.

Ronald A. Rasband

Anziano Rasband

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

“Quali cose contano davvero per voi?”, “Quali sono le cose della vostra anima?”.

[…] amate Dio Padre e Gesù Cristo, il nostro Salvatore; amate il vostro prossimo; amate voi stessi; obbedite ai comandamenti; siate sempre degni di detenere una raccomandazione per il tempio; siate gioiosi e allegri; e seguite il profeta vivente di Dio.

Vi invito a individuare la vostra ottava, nona e decima cosa. Considerate dei modi in cui potreste condividere le “cose” che vi stanno a cuore con gli altri e incoraggiarli a pregare, meditare e cercare la guida del Signore.

Christoffel Golden

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Viviamo in un mondo moderno pieno di grande conoscenza e molta maestria. Ciononostante, queste cose troppo spesso camuffano le fondamenta instabili sulle quali sono costruite.

Di conseguenza, non conducono a una verità effettiva e quindi verso Dio e il potere di ricevere rivelazione, di acquisire conoscenza spirituale e di sviluppare la fede in Gesù Cristo che porta alla salvezza.

A coloro che hanno occhi per vedere, orecchie per udire e cuori per sentire, ora più che mai viene chiesto di affrontare la realtà che siamo sempre più vicini alla seconda venuta di Gesù Cristo.

Certo, al Suo ritorno grandi difficoltà attenderanno ancora coloro che saranno sulla terra, ma a questo proposito chi è fedele non deve temere.

Moisés Villanueva

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Il Salvatore prova una compassione perfetta verso di noi. Non ci biasima per la nostra miopia né per la visione limitata che abbiamo del nostro percorso eterno. Invece, prova compassione per la nostra tristezza e la nostra sofferenza.

Miei cari fratelli e mie care sorelle, come reagiamo alle nostre afflizioni? Ci spingono a mormorare contro il Signore?

Oppure, come Nefi e come il mio vecchio amico missionario, mostriamo gratitudine con parole, pensieri e azioni perché siamo più concentrati sulle nostre benedizioni che sui nostri problemi?

Il nostro Salvatore, Gesù Cristo, ci ha dato l’esempio durante il Suo ministero terreno. Nei momenti di difficoltà e di prova, poche cose portano maggiore pace e soddisfazione del servizio reso al prossimo.

Gesù Cristo ci ha mostrato che nei momenti di prova e avversità possiamo riconoscere le difficoltà degli altri. Mossi dalla compassione, possiamo tendere loro una mano e risollevarli.

Inoltre, così facendo, anche noi saremo risollevati grazie al nostro servizio cristiano.

Gary E. Stevenson

È stato detto che il vangelo di Gesù Cristo è semplicemente meraviglioso e meravigliosamente semplice.5 Il mondo non lo è.

È complicato, complesso e pieno di tumulti e conflitti.

Siamo benedetti quando esercitiamo cautela per non permettere alla complessità, tanto comune nel mondo, di intromettersi nel modo in cui riceviamo e mettiamo in pratica il Vangelo.

Dovremmo tutti impegnarci per mantenere il Vangelo semplice: nella nostra vita, nella nostra famiglia, nelle nostre classi e nei nostri quorum, e nei nostri rioni e pali

Conferenza generale di Ottobre 2021: Sessione di sabato sera

Russell Ballard

M. Russell Ballard

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Quali cose potete fare nella vostra vita per dimostrare che amate innanzitutto il Signore?

Adattando questa domanda a noi nella nostra epoca, il Signore potrebbe chiederci quanto indaffarati siamo e quali sono le molte influenze positive e negative che si contendono la nostra attenzione e il nostro tempo.

Potrebbe chiedere a ognuno di noi se Lo amiamo più delle cose di questo mondo. Potrebbe trattarsi di una domanda su ciò che per noi è veramente importante nella vita, su chi seguiamo e su come consideriamo i nostri rapporti con i familiari e il prossimo.

Oppure potrebbe chiedere che cosa ci porta davvero gioia e felicità.

Sharon Eubank

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Fratelli e sorelle, attraverso il vostro ministero, le vostre donazioni, il vostro tempo e amore, siete stati la risposta a moltissime preghiere.

Eppure c’è ancora moltissimo da fare. In quanto membri battezzati della Chiesa, abbiamo fatto alleanza di occuparci dei bisognosi.

I nostri sforzi individuali non richiedono necessariamente soldi o luoghi lontani, richiedono la guida del Santo Spirito e un cuore disposto a dire al Signore: “Eccomi, manda me”.

Brent H. Nielson

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Il Salvatore insegnò una lezione importante tramite questa esperienza, quando alla fine guarì l’uomo fisicamente. Mi fu chiaro che il Suo messaggio era che Egli poteva toccare gli occhi dei ciechi ed essi potevano vedere.

Poteva toccare le orecchie dei sordi ed essi potevano sentire. Poteva toccare le gambe di chi non poteva camminare e questi camminava.

Egli può toccare i nostri occhi, le nostre orecchie e le nostre gambe, ma, cosa più importante di tutte, Egli può guarire il nostro cuore purificandoci dal peccato e facendoci superare prove difficili.

L’Espiazione del Salvatore, che ci mette a disposizione sia il Suo potere redentore sia il Suo potere capacitante, è la benedizione più grande che Gesù Cristo offre a tutti noi.

Quando ci pentiamo con pieno intento di cuore, il Salvatore ci purifica dal peccato. Se sottometteremo con gioia la nostra volontà al Padre, persino nelle circostanze più difficili, il Salvatore prenderà i nostri fardelli e li renderà leggeri.

Arnulfo Valenzuela

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Nutrirsi abbondantemente è più che assaggiare. Nutrirsi abbondantemente significa gustare. Gustiamo le Scritture studiandole in uno spirito di deliziosa scoperta ed obbedienza fedele.

Quando ci nutriamo abbondantemente delle parole di Cristo, esse sono scritte ‘su tavole che son cuori di carne’. Esse diventano parte integrante della nostra natura”.

Bradley R.Wilcox

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Dio ci ama così come siamo, ma ci ama troppo per lasciarci nella condizione in cui siamo. Crescere nel Signore è lo scopo della vita terrena. Il cambiamento è lo scopo dell’Espiazione di Cristo.

Il messaggio di Dio è che essere degni non significa essere impeccabili. Essere degni significa essere onesti e provare.

Ricordate che il cambiamento è possibile, che il pentimento è un processo e che essere degni non significa essere impeccabili. Soprattutto, ricordate che Dio e Cristo sono disposti ad aiutarci qui e ora.

La Sua grazia non è solo un premio per i degni. È “l’aiuto divino” che Egli ci dà per aiutarci a diventare degni.

Non è solo una ricompensa per i giusti. È “l’investitura di forza” che Egli ci dà per aiutarci a diventare giusti. Noi non stiamo solo camminando verso Dio e Cristo. Stiamo camminando con Loro.

Alfred Kyungu

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Essere un seguace di Cristo significa cercare con impegno di conformare le nostre azioni, la nostra condotta e la nostra vita a quelle del Salvatore.

Significa acquisire virtù. Significa essere un vero discepolo di Gesù Cristo.

Marcus B.Nash

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

Quando una persona apprende lo scopo glorioso della vita, quando arriva a capire che Cristo perdona e soccorre coloro che Lo seguono, e quando poi sceglie di seguire Cristo nelle acque del battesimo, la vita cambia in meglio — anche se le circostanze esterne non lo fanno.

Fratelli e sorelle, ve ne sono molti tra “tutte le […] divisioni, le [sette] e le confessioni […] che sono tenuti lontano dalla verità soltanto perché non sanno dove trovarla”.

La necessità di tenere alta la nostra luce non è mai stata più grande in tutta la storia dell’umanità e la verità non è mai stata più accessibile.

Henry B Eyring

Henry B. Eyring

Fonte: ChurchofJesusChrist.org

So per esperienza che le risposte giungeranno in maniera adeguata alle vostre necessità e alla vostra preparazione spirituale.

Se avete bisogno di una risposta importante per il benessere eterno vostro o di altri, è più probabile che la risposta arrivi. Ciò nonostante, anche allora potreste ricevere — come fu per Joseph Smith — la risposta di essere pazienti.

Se la vostra fede in Gesù Cristo ha portato ad avere un cuore intenerito grazie agli effetti della Sua Espiazione, sarete maggiormente in grado di sentire i sussurri dello Spirito in risposta alle vostre preghiere.

Conferenza Generale di Ottobre 2021: Sessione di domenica mattina

Dieter F. Uchtdorf

Dieter F. UchtdorfLa maggior parte dei cambiamenti nella nostra vita spirituale — sia positivi che negativi — avvengono gradualmente, un passo alla volta.

Come i partecipanti allo studio del Max Planck, noi potremmo non renderci conto di quando deviamo dal percorso.

Potremmo perfino avere la forte convinzione che stiamo procedendo in linea retta.

Tuttavia, il fatto è che senza l’aiuto di punti di riferimento che ci guidino, usciamo inevitabilmente dal percorso e finiamo in posti in cui non avremmo mai pensato di essere.

Abbiamo bisogno di un flusso costante. Non possiamo appoggiarci alla testimonianza degli altri per sempre. Dobbiamo edificare la nostra.

Abbiamo bisogno di un’infusione continua e quotidiana di luce celeste. Abbiamo bisogno di “tempi di refrigerio”. Tempi di restaurazione personale.

Camille N. Johnson

[Vorrei porvi] diverse domande come spunto di riflessione:

Che trama state scrivendo per la storia della vostra vita?

Il sentiero che descrivete nella vostra storia è stretto?

La vostra storia termina laddove è cominciata, ovvero nella vostra dimora celeste?

Nella vostra storia c’è un modello da seguire e, se c’è, si tratta del Salvatore Gesù Cristo?

Attesto che il Salvatore è “l’autore e il perfezionatore della [nostra] fede”1. Lo inviterete a essere l’autore e il perfezionatore della vostra storia?

Lasciate che la vostra storia sia basata sulla fede, seguendo il vostro Modello, il Salvatore Gesù Cristo.

Dale G. Renlund

Anziano Dale G. Renlund

Fonte: LDS.org

Quando contendiamo con ira l’uno con altro, Satana ride e il Dio del cielo piange.

Quando l’amore di Cristo avvolge la nostra vita, noi approcciamo i disaccordi con mitezza, pazienza e gentilezza.

Ci preoccupiamo meno della nostra sensibilità e più di quella del nostro prossimo. Cerchiamo “di moderare e di unire”.

Non ci lasciamo coinvolgere nel “discutere opinioni”, non giudichiamo coloro con cui non siamo d’accordo né cerchiamo di porre una pietra d’inciampo sul loro cammino.

Al contrario, presumiamo che coloro con cui non siamo d’accordo stiano facendo del loro meglio in base alle loro esperienze di vita.

Vaiangina Sikahema

Se sceglierete di vivere la vostra vita fuori sequenza, scoprirete che essa sarà più difficile e caotica.

Il fratello Brimley insegnò anche che, tramite il Suo sacrificio espiatorio, il Salvatore ci aiuta a ristabilire l’ordine nella nostra vita resa caotica o messa fuori sequenza dalle scelte sbagliate compiute da noi o da altri.

Quentin L. Cook

Quentin L. CookIl Salvatore avvisò i Suoi apostoli che la Sua missione terrena non avrebbe assicurato la pace universale. Insegnò:

“Non pensate ch’io sia venuto a metter pace sulla terra”. La pace universale non era parte del ministero terreno iniziale del Salvatore. La pace universale non esiste oggi.

Tuttavia, la pace personale può essere ottenuta a dispetto dell’ira, della contesa e della divisione che affliggono e corrompono il mondo oggi. Non è mai stato più importante cercare la pace personale.

Russell M. Nelson

Russell M. Nelson

Fonte: LDS.org

Il tempio è al centro del rafforzamento della nostra fede e della nostra forza d’animo spirituale perché il Salvatore e la Sua dottrina sono il fulcro stesso del tempio.

Tutto ciò che viene insegnato nel tempio, mediante l’insegnamento e mediante lo Spirito, accresce la nostra comprensione di Gesù Cristo. Le Sue ordinanze indispensabili ci legano a Lui tramite sacre alleanze del sacerdozio.

Quindi, se teniamo fede alle nostre alleanze, Egli ci dona il Suo potere guaritore e fortificante. Oh, quanto avremo bisogno del Suo potere nei giorni a venire!

Ci è stato promesso che “se [siamo] preparati, [noi] non [temeremo]”. Questa certezza ha implicazioni profonde oggi.

Il Signore ha dichiarato che, malgrado le sfide odierne senza precedenti, chi edifica le proprie fondamenta su Gesù Cristo e ha imparato come attingere al Suo potere non dovrà soccombere alle preoccupazioni peculiari di questa epoca.

Ogniqualvolta nella vostra vita si verifica un qualsiasi tipo di sconvolgimento, il luogo più sicuro in cui trovarvi spiritualmente è vivere all’interno delle vostre alleanze del tempio!

Conferenza Generale di Ottobre 2021: sessione di domenica pomeriggio

Gerrit W. Gong

Gerrit W. Gong

Fonte: Churchofjesuschrist.org

Il mio messaggio oggi è questo: sia che stiamo tornando a casa o andando a casa, Dio ci sta venendo incontro. In Lui possiamo trovare la fede e il coraggio, la saggezza e il discernimento per fidarci di nuovo. Analogamente, Egli ci chiede di tenere la luce accesa gli uni per gli altri, di essere più propensi a perdonare e meno propensi a giudicare noi stessi e gli uni gli altri, in modo che la Sua Chiesa possa essere un luogo in cui ci sentiamo a casa, sia che vi stiamo andando per la prima volta sia che vi stiamo ritornando.

In base all’amore divino e alla legge divina, siamo responsabili delle nostre scelte e delle loro conseguenze. Tuttavia, l’amore espiatorio del nostro Salvatore è “infinito ed eterno”. Quando siamo pronti a tornare a casa, anche quando siamo “ancora [lontani]”, Dio è pronto con grande compassione ad accoglierci, offrendoci con gioia il meglio che ha.

Todd Budge

Il sacrificio non è tanto un “rinunciare” per il Signore, quanto un “dare al” Signore. Scolpite sopra l’ingresso di ogni tempio ci sono le parole:

“Santità all’Eterno; la casa del Signore”. Se osserviamo le nostre alleanze mediante sacrificio, siamo resi santi dalla grazia di Gesù Cristo; e agli altari dei sacri templi, con il cuore spezzato e lo spirito contrito, noi offriamo la nostra santità all’Eterno.

Quando i nostri sacrifici in favore degli altri vengono considerati dalla prospettiva della “rinuncia” li possiamo percepire come un fardello e demoralizzarci quando tali sacrifici non vengono riconosciuti o ricompensati.

Tuttavia, quando li consideriamo come qualcosa che “diamo al” Signore, i nostri sacrifici in favore degli altri diventano doni e la gioia del dare generosamente ne diventa la ricompensa.

Anziano Anthony D. Perkins

Vi rendo testimonianza che il nostro Padre Celeste ricorda i Suoi santi sofferenti, vi ama ed è profondamente conscio di voi. Il nostro Salvatore sa come vi sentite.

“Certamente egli ha portato le nostre afflizioni e si è caricato i nostri dolori”. Io so — in quanto ne sono un beneficiario quotidianamente — che tenere fede alle alleanze sprigiona il potere del sacrificio espiatorio di Gesù Cristo affinché dia forza e persino gioia a voi che soffrite.

Michael A. Dunn

L’acclamato autore James Clear afferma che questa strategia pone le probabilità in nostro netto favore.

Egli sostiene che “le abitudini sono ‘l’interesse composto dell’automiglioramento’. Se riuscite a migliorare in qualcosa solo dell’uno per cento ogni giorno, alla fine di un anno […] sarete trentasette volte migliori”.

I piccoli cambiamenti realizzeranno quel “possente mutamento” che desiderate? Attuati correttamente, sono sicuro al novantanove percento che lo faranno!

Tuttavia, l’unica condizione di questo approccio è che, affinché i piccoli guadagni si accumulino, deve esserci un impegno costante, giorno dopo giorno.

Inoltre, anche se probabilmente non saremo perfetti, dobbiamo essere decisi a far corrispondere alla nostra perseveranza la pazienza.

Sean Douglas

Proprio come gli uragani si indeboliscono sulla terra ferma, il dubbio viene sostituito dalla fede quando edifichiamo le nostre fondamenta su Cristo.

Allora saremo in grado di vedere gli uragani spirituali nella loro giusta prospettiva, e la nostra capacità di superarli aumenterà.

Così, “quando il diavolo manderà i suoi venti potenti, sì, e i suoi strali nel turbine, […], non [avrà] alcun potere di [trascinarci] nell’abisso di infelicità e di guai senza fine, a motivo della roccia sulla quale [siamo] edificati, che è un fondamento sicuro”.

Carlos G. Revillo jr

Quando viviamo e osserviamo i principi e le ordinanze del Vangelo, veniamo benedetti, cambiati e convertiti per diventare più simili a Gesù Cristo.

È così che il Vangelo ha cambiato e benedetto i santi filippini, inclusa la mia famiglia. Il Vangelo è veramente la via che porta a una vita felice e ad esuberanza.

Alvin F. Meredith III

Per destreggiarsi nella vita, è fondamentale concentrarsi sulle cose che contano di più, soprattutto quelle che sono “avanti, in fondo alla strada” — le cose eterne.

Comprendere il nostro scopo supremo ci aiuta a determinare quale debba essere il centro della nostra attenzione.

Non possiamo vincere a un gioco se non sappiamo quale sia l’obiettivo, né possiamo vivere una vita ricca di significato se non ne conosciamo lo scopo.

Una delle grandi benedizioni del vangelo restaurato di Gesù Cristo è che esso risponde, tra le altre cose, alla domanda: “Qual è lo scopo della vita?”. “Lo scopo di questa vita è di avere gioia e di prepararci a ritornare alla presenza di Dio”.

Ricordare che siamo qui sulla terra per prepararci a tornare a vivere con Dio ci aiuta a concentrarci sulle cose che ci conducono a Cristo.

Il nostro concentrarci su Cristo diventa più chiaro quando guardiamo avanti, in fondo alla strada, verso il punto dove vogliamo arrivare e verso chi vogliamo diventare, e poi dedichiamo del tempo ogni giorno a fare quelle cose che ci aiutano a raggiungere la nostra meta.

Concentrarci su Cristo può rendere più semplici le nostre decisioni e fornirci una guida su come possiamo investire meglio il nostro tempo e le nostre risorse.

Neil A. Andersen

Neil L. AndersenL’identità e il destino de La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni richiedono che noi ci facciamo chiamare con il Suo nome.

Grazie dei vostri nobili sforzi per promuovere il vero nome della Chiesa.

Alla Conferenza, tre anni fa, il presidente Nelson ci ha promesso “che la nostra rigorosa attenzione nell’usare il nome corretto della Chiesa del Salvatore [avrebbe portato] maggiore fede e l’accesso a un più grande potere spirituale”.

Russell M. Nelson

Russell M. Nelson

Fonte: LDS.org

La pandemia ha dimostrato quanto velocemente la vita può cambiare, talvolta per circostanze fuori dal nostro controllo. Ci sono però molte cose che possiamo controllare.

Fissiamo le nostre priorità e stabiliamo come usare la nostra energia, il nostro tempo e i nostri mezzi.

Decidiamo come ci tratteremo gli uni gli altri. Scegliamo le persone a cui ci rivolgeremo per trovare verità e ricevere guida.

Le voci e le pressioni del mondo sono coinvolgenti e numerose. Tuttavia, troppe voci sono ingannevoli, seduttrici, e possono portarci lontano dal sentiero dell’alleanza.

Per evitare il dolore inevitabile che ne consegue, oggi vi imploro di reagire alle attrattive del mondo trovando il tempo per il Signore nella vostra vita, ogni singolo giorno.

chatta con noi
LEGGI ANCHE: 10 domande che hanno ricevuto risposta durante la Conferenza Generale