scritto da Keith Lionel Brown, un convertito alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (inavvertitamente chiamata dagli amici di altre fedi, “Chiesa mormone”), attualmente in servizio come dirigente del rione della Missione di Annapolis Maryland.

Lo Spirito Santo comunica abitualmente con noi tranquillamente. La sua influenza è spesso definita come una “piccola voce” (1 Re 19:9-12; Helaman 5:30; DeA 85:6). Il presidente Boyd K. Packer, un moderno apostolo di Gesù Cristo, ha spiegato: “Lo Spirito Santo parla con una voce che si sente, più che udire. Mentre noi parliamo di ‘ascolto’ per i suggerimenti dello Spirito, più spesso si descrive un suggerimento spirituale dicendo: ‘Ho avuto una sensazione…'”. Egli continua: “Questa voce dello Spirito parla dolcemente, e ci dice che cosa fare o cosa dire, o ci può ammonire o avvertire” (Conferenza Generale, Ottobre 1994, 77; La Stella, Novembre 1994, 60).

Dono dello spirito SantoIl dono dello Spirito Santo è uno dei più grandi doni che Dio ci ha fatto. Attraverso lo Spirito Santo possiamo acquisire una testimonianza che Dio vive, che Gesù è il Cristo, e che la Sua Chiesa è stata restaurata nella sua pienezza, sulla terra, oggi.

Nel Libro di Mormon, in 2 Nefi 32:5, ci viene insegnato: “Poiché ecco, di nuovo io vi dico che se voi entrerete per questa via (per questa via, si intende il battesimo), e riceverete lo Spirito Santo, egli vi mostrerà tutte le cose che dovrete fare”.

Questo prezioso dono del nostro Padre celeste può anche portare la pace ai nostri cuori e la comprensione delle cose di Dio. Nel Nuovo Testamento della Bibbia, in 1 Corinzi 2:9-12, leggiamo:

“Ma, com’è scritto: Le cose che occhio non ha vedute, e che orecchio non ha udite e che non son salite in cuor d’uomo, son quelle che Dio ha preparate per coloro che l’amano. Ma a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito; perché lo spirito investiga ogni cosa, anche le cose profonde di Dio. Infatti, chi, fra gli uomini, conosce le cose dell’uomo se non lo spirito dell’uomo che è in lui? E così nessuno conosce le cose di Dio, se non lo Spirito di Dio. Or noi abbiam ricevuto non lo spirito del mondo, ma lo Spirito che vien da Dio, affinché conosciamo le cose che ci sono state donate da Dio”.

Concludo il mio intervento con le parole di Bruce R. McConkie, membro dei Dodici Apostoli di Gesù Cristo, che ha insegnato:

Non c’è nulla di importante quanto avere la compagnia dello Spirito Santo. Coloro che per primi ricevono questa dotazione e poi rimangono in sintonia con questo membro della Divinità Eterna, riceveranno una pace e un conforto che sorpassa ogni intelligenza, saranno guidati e conservati in modi che sono miracolosi, verranno istruiti finché riceveranno tutta la verità, le loro anime saranno santificate, in modo da abitare senza macchia davanti a Colui che è senza peccato, nel Suo regno eterno. (Un nuovo testimone per gli articoli di fede, Salt Lake City, Deseret Book Co., 1985, p 253)

Aggiungo la mia testimonianza personale che so che queste cose sono vere e lascio questi pensieri con voi, umilmente, nel nome del nostro Signore e Salvatore, Gesù Cristo. Amen.

 

Risorse aggiuntive:

Se vuoi saperne di più sui mormoni, clicca qui.