I profeti non sono perfetti, tuttavia sono sempre stata affascinata dalla storia della Chiesa. Da adolescente le mie vacanze preferite le trascorrevo a Nauvoo, Palmyra e Kirtland.

Ma come sa ogni appassionato di storia della Chiesa, quando si cercano storie e fatti riguardanti eventi storici o persone (in particolare i profeti), inevitabilmente ci si imbatte accidentalmente in materiale contro la Chiesa.

I profeti non sono perfetti

Un giorno, durante gli anni del liceo, mi sono imbattuta in qualcosa che mi turbò moltissimo: nel 1961, Joseph Fielding Smith dichiarò che l’uomo non sarebbe mai atterrato sulla luna.

Ero sconvolta. Mi domandavo: come un profeta di Dio avesse potuto dire qualcosa che era completamente falso? Sono corsa nell’ufficio di mio padre e ho sbottato quello che avevo visto.

Dopo avermi lasciato finire, mio ​​padre mi guardò e disse semplicemente: “Bene, Amy, è per questo che non adoriamo il profeta”.

Quelle parole mi colpirono tantissimo allora, e continuano a ispirarmi ora. Mio padre continuò spiegando che i profeti e gli apostoli hanno le loro opinioni e non sono perfetti.

Fanno errori. Inoltre, Joseph Fielding Smith (non era ancora il profeta in quel momento, ma un membro del Quorum) non lo aveva profetizzato; stava semplicemente esprimendo la sua opinione.

Infatti, quando durante una conferenza stampa del 1971, gli fu ricordata quella affermazione, il presidente Joseph Fielding Smith, rispose umilmente:

“Bene, mi sbagliavo, non è vero?” Non rispose tipo “È TUTTA UNA COSPIRAZIONE !! “Non insistette sul fatto che l’uomo non era mai atterrato sulla luna. Riconobbe di aver sbagliato e lo ammise.

Questo esempio di Joseph Fielding Smith non è il fulcro di questo articolo; è solo un esempio delle tante volte in cui la fede può essere messa alla prova sulla base di un errore commesso da qualcuno o di una discrepanza percepita nella storia della Chiesa.

E sinceramente, se nessuno avesse mai commesso degli errori, non ci sarebbe molto bisogno di fede.

Come l’anziano Dieter F. Uchtdorf (che, a causa dei suoi messaggi incoraggianti e promettenti, ho personalmente soprannominato “Hopedorf” (speranza -ndt), che, ora che ci penso, probabilmente odierà) ha detto nel suo discorso di ottobre 2013 “Venite, Unitevi a noi,”Uchtdorf

“Ad essere onesto fino in fondo, ci sono state delle volte in cui i membri o i dirigenti nella Chiesa hanno semplicemente fatto degli sbagli.

Possono essere state dette o fatte delle cose che non erano in armonia con i nostri valori, con i nostri principi o con la nostra dottrina.

Suppongo che la Chiesa sarebbe perfetta soltanto se fosse guidata da esseri perfetti. Dio è perfetto e la Sua dottrina è pura. Ma Egli opera tramite noi — i Suoi figli imperfetti — e le persone imperfette sbagliano.”

Poi, naturalmente, sento le seguenti parole al microfono: “mettete in discussione i vostri dubbi prima di mettere in discussione la vostra fede. (Va bene, sto solo urlando eccitata qui perché quella citazione mi emoziona OGNI VOLTA).

Le persone fanno errori. Le situazioni vengono fraintese. I fatti vengono distorti. La lista va avanti all’infinito, ma in fondo, la verità è questa: durante la vostra vita, incontrerete cose che vi confonderanno e/o metteranno alla prova la vostra fede.

Ma Dio voleva che questo accadesse! L’intero scopo della vita è di essere messi alla prova e se la nostra fede e le nostre convinzioni non sono mai state messe in discussione, non cresceremo.

Quello che voglio dire, ovviamente, non è di uscire e cercare la letteratura contro la Chiesa perché rafforzerà la vostra fede. Non ha senso.

Ma quando incontrerete cose che vi confondono, ricordate l’ultima fonte di pace e conforto e rivolgetevi a Lui.

Ricordate che, come diceva saggiamente mio padre, noi non adoriamo il profeta (o chiunque altro nella storia della Chiesa, se è per questo). Adoriamo solo Dio.

Non siamo perfetti, quindi perché ci aspettiamo che lo siano gli altri? Mostrate la stessa grazia e pietà che vorreste che qualcuno vi estendesse quando commetterete un errore.

E ricordate, sempre, che Dio è al timone e possiamo rivolgerci a Lui per qualsiasi domanda che possiamo avere.

I profeti non sono perfetti, ma Dio è l’unico essere perfetto, quindi chiudete un occhio sia per voi stessi che per gli altri.

Questo articolo è stato scritto da Amy Keim e pubblicato su thirdhour.com. Questo articolo è stato tradotto da Nadia Manzaro.