Il 9 di ottobre, l’università dello Utah ha ospitato la conferenza “Neri, bianchi e mormoni”, dove ha parlato Anziano Joseph W. Sitati, un membro dei Settanta della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Sitati, proveniente dal Kenia, ha portato un discorso sulle razze e sulla multi etnicità della Chiesa, concentrando le sue osservazioni sull’indipendenza, la razza e la crescita della Chiesa in Africa.

La Newsroom Mormone riporta il fatto che Sitati enfatizzasse l’uguaglianza tra le razze. Riferendosi ad una pagina della dottrina evangelica, Sitati ha detto:

“La dottrina della Chiesa conferma che le persone di qualunque estrazione sociale, che vivano ora o che siano mai vissute sulla terra, sono figli di Dio e sono uguali ai Suoi occhi. A nessuno verranno negate le proprie benedizioni”.

Neri, bianchi e mormoni

Sitati ha informato tutti i presenti che oggi in Africa vivono più di 450000 Santi degli Ultimi Giorni (mormoni) e che si tratta di un continente con uno dei più alti tassi di ritenzione di nuovi membri (cioè membri che rimangono attivi anche dopo il battesimo).

Ha accennato al fatto che la Chiesa è ben conscia dei membri in Africa e che  sta “rispondendo in modo proattivo ai bisogni temporali e spirituali di questi membri”.

Per leggere più parti del discorso di Sitati alla conferenza “Neri, bianchi e mormoni”, andate su mormonnewsroom.org (in inglese).