Oltre 5.000 domande sono state inoltrate alle presidenze generali della Società di Soccorso, delle Giovani Donne e della Primaria, da donne di tutto il mondo in vista dell’evento “Sister-to-Sister” di venerdì 3 maggio.

Molte di queste domande hanno ricevuto risposta durante questo evento, e molte altre verranno discusse dai dirigenti della Chiesa per aiutare a fornire maggiore chiarezza e comprensione.

Ad una in particolare, la presidenza della Società di Soccorso generale, ha risposto durante la Conferenza delle donne alla BYU.

La domanda posta è la seguente:

“In qualità di madre di figlie femmine, e in qualità di dirigente delle Giovani Donne, sento più che mai il bisogno che le donne comprendano quanto esse siano amate dal Padre Celeste e quanto abbiano le stesse opportunità e benedizioni degli uomini sia adesso che nell’aldilà. […]

Vorrei sapere come rispondere ad alcune domande poste dalle mie giovani figlie non ancora sposate, quali:

  1. Cosa significa per una donna essere investita del potere del Sacerdozio?
  2. Le donne accedono al potere del sacerdozio tenendo fede alle proprie alleanze o tramite qualcun altro, o entrambe le cose?
  3. Qual è la differenza tra il prima e il dopo avere ricevuto tale potere?
  4. Cosa insegna oggi la Chiesa in merito al Sacerdozio, e come questo si applica alle donne?”

Nel rispondere dettagliatamente a queste quattro domande, le sorelle Jean B. Bingham, Sharon Eubank, and Reyna I. Aburto, hanno invitato coloro all’ascolto, a cercare le risposte a queste e ad altre domande dell’anima, direttamente dal Signore, per ricevere conoscenza da loro stesse.

1. Cosa significa per una donna essere dotata del potere del Sacerdozio?

le donne e l'autorità del sacerdozio nella Chiesa

“Add to Your Faith Virtue and to Your Virtue Knowledge” by Walter Rane.

“Dotare vuol dire arricchire,” ha spiegato sorella Bingham. “Quando siamo dotati del potere del Sacerdozio, abbiamo una fonte infinita che rimane con noi costantemente e non può mai esaurirsi.”

Ella ha continuato: “Ricevere l’investitura significa ricevere in dono una qualità o una caratteristica, e in quel caso, il dono del potere del Sacerdozio che ci permette di diventare migliori di come eravamo prima che lo ricevessimo.”

Insieme a questo ricco significato dell’investitura, una parola che può aiutarci a comprendere meglio il Sacerdozio e le alleanze del tempio, sorella Bingham ha chiarito che “il sacerdozio è l’eterna autorità e potere di Dio.”

Ella ha detto:

“Lo scopo del potere del sacerdozio è, prima di tutto, aiutarci ad avere accesso alla grazia e al potere del sacrificio espiatorio di Gesù Cristo per divenire più come Lui e poi utilizzare ciò che abbiamo appreso per assistere gli altri a progredire nello stesso percorso.”

Questo cammino, sia personale che altruistico, può portarci maggiore rivelazione e può magnificarci “per diventare molto più di quanto potremmo da soli.

Il potere del Sacerdozio è un potere spirituale utilizzato per scopi del Sacerdozio.”

In breve, sorella Bingham ha insegnato che tutto il bene che viene fatto nel mondo, avviene tramite il potere di Dio, tramite il Suo Sacerdozio.  

Di fronte ad una conoscenza così difficile ed incomprensibile di cosa sia il Sacerdozio e come averci accesso, sorella Bingham ha dato alcuni consigli ricevuti dall’anziano Robert D. Hales:

“Non spendete neanche un nanosecondo a pensare alla vostra inadeguatezza.”

Ma che significato ha questa conoscenza per noi sorelle? Sorella Bingham ha condiviso una citazione di Sheri Dew, ex consigliera della presidenza generale della Società di Soccorso:

“Cosa significa avere accesso al potere del Sacerdozio?

Significa che possiamo ricevere rivelazioni, essere benedetti e aiutati dal ministero degli angeli, imparare in merito al velo che ci separa dal Padre Celeste, essere rafforzati per resistere alle tentazioni, essere protetti e ricevere luce.”

2. Le donne accedono al potere del Sacerdozio tenendo fede alle proprie alleanze o mediante qualcun altro, o entrambe le cose?

potere del sacerdozioNel rispondere a questa domanda, sorella Aburto ha condiviso quanto segue:

“Le nostre alleanze sono come uno specchio: ci aiutano a vedere noi stessi e il nostro futuro – dove siamo adesso e anche dove il Signore vuole che andiamo.”

Ella ha continuato, dicendo:

“Ogni donna riceve il potere del Sacerdozio quando prende parte alle ordinanze del Sacerdozio e mantiene le alleanze legate ad esse. […]

In Dottrina e Alleanze impariamo che l’accesso al potere del Sacerdozio richiede anche “rettitudine personale, gentilezza, mitezza e amore non finto”.

Ogni donna ha accesso al potere del Sacerdozio in base alle sue alleanze ed alla sua rettitudine personale.

Nessuno può portarglielo via.” Avere questa conoscenza può benedire le donne immensamente, ma sorella Aburto ha fatto notare:

“Mi sento sempre triste quando una donna mi dice di non avere il Sacerdozio nella sua casa. […] State tranquille che una donna non sposata, o il cui marito non detiene alcun ufficio del Sacerdozio, non deve sentirsi fuori dalla portata dal potere del Sacerdozio. […]

Queste sorelle hanno accesso a tale potere mediante le proprie alleanze, e la fedeltà con cui le mantengono può benedire ogni membro della loro casa.

Sebbene esse possano rivolgersi ad altri detentori del Sacerdozio di Melchisedec per ricevere benedizioni di salute o di conforto, esse stesse costituiscono una fonte del potere del Sacerdozio per le proprie case.”

In risposta alla forza meravigliosa che le donne detengono, ed il potere del sacerdozio a cui possono accedere, sorella Aburto ha detto che gli angeli non possono trattenersi dal divenire nostri compagni.

Tuttavia, nella Chiesa spesso si fa confusione tra il potere del Sacerdozio e l’autorità del Sacerdozio. Sorella Aburto ha spiegato:

“Il potere del Sacerdozio è il potere di Dio nelle vite di uomini e donne che tengono fede alle proprie alleanze. L’autorità del Sacerdozio è il permesso di eseguire specifici doveri sacerdotali.”

Inoltre, ella ha spiegato che le donne ricevono questa autorità sotto forma di chiamata; gli uomini la ricevono sotto forma di chiamata o ufficio nel Sacerdozio.

Citando il Presidente M. Russell Ballard, sorella Aburto ha condiviso quanto segue:

“Il nostro Padre Celeste è generoso con il Suo potere.

Tutti gli uomini e le donne hanno accesso a questo potere per ricevere aiuto nelle proprie vite.

Tutti coloro che hanno stipulato alleanze sacre con il Signore e che onorano tali alleanze, possono ricevere rivelazione personale, essere benedetti dal ministero degli angeli per comunicare con Dio, per ricevere la pienezza del Vangelo e, infine, per divenire eredi, insieme a Gesù Cristo, di tutto ciò che ha il Padre.”

3. Qual è la differenza tra il prima e il dopo avere ricevuto tale potere?

Nel rispondere a questa domanda, sorella Eubank ha spiegato che, le persone che compiono scelte giuste e che si prodigano per gli altri, hanno già un “potere divino all’opera” nelle proprie vite.

Inoltre, ella ha fatto notare, che questo potere divino può essere magnificato in tre modi quando abbinato al potere del Sacerdozio:

  1. dalla conoscenza,
  2. dalla comunità,
  3. e permettendogli di agire nel nome del Signore mediante chiamate e incarichi.

Per una persona che ottiene maggiore conoscenza mediante il Sacerdozio, sorella Eubank ha detto:

“Essa apprende di essere letteralmente figlio di Genitori Celesti, e che il Loro obiettivo è di aiutarli a divenire un giorno come Loro.

Essa apprende che Gesù Cristo non solo ci salva dai nostri peccati quando ci pentiamo, ma che Egli condividerà con noi il Suo potere per aiutarci a superare, passo dopo passo, tutti i nostri limiti.”

Sorella Eubank ha continuato a spiegare nel dettaglio la profonda conoscenza che deriva dalla comprensione del Piano di Salvezza, della vita e del progresso eterno, e della prospettiva di essere ricongiunti con i propri cari che sono defunti, e di benedire coloro che verranno dopo di noi.

“Dio ci dona un potere, non solo per aiutarci a compiere la Sua opera, ma anche un potere redentore personale che cambi la nostra natura”. In questo processo, non siamo mai soli. “

“Grazie alla Società di Soccorso traiamo beneficio dalla sorellanza che ci unisce e ci rafforziamo a vicenda.

Ci insegniamo a vicenda, ci confortiamo a vicenda, ci accettiamo a vicenda o, quantomeno, dovremmo farlo. Una sorellanza universale è un grande dono di potere” ella ha testimoniato.

Nel dimostrare il modo in cui il Sacerdozio può cambiare le nostre vite, sorella Eubank ha condiviso come la conoscenza del Vangelo cambiò la vita di sua madre.

Sebbene sua madre fosse una persona gentile ed altruista prima di stringere alleanze con Dio, sorella Eubank ricorda che la dedizione nella fede le permise di impiegare le sue energie per rendere migliore la vita degli altri, ricevendo maggiore conoscenza sulla divinità.

Sorella Eubank ha anche condiviso diversi passaggi di Dottrina e Alleanze 121, che ha rinominato un “manuale per avere accesso al vero potere del Sacerdozio”.

Ha dichiarato:

“Questa è una delle promesse più trascendenti di tutte le scritture. Riguarda il Sacerdozio e come esso sia disponibile per tutti i figli e le figlie di Dio.”

Nel riassumere gli insegnamenti contenuti in questo profondo capitolo di scritture, sorella Eubank ha detto che il potere del Sacerdozio non può essere utilizzato per controllare gli altri con ingiustizia.

Può essere utilizzato solo per amare. Ha continuato:

“Questo è il potere che Gesù Cristo condivide con noi e porto testimonianza che discende su di noi come una potente pioggia se ci volgiamo ad esso.”

4. Cosa insegna oggi la Chiesa in merito al Sacerdozio, e come questo si applica alle donne?

tempio della chiesa di Gesù Cristo

Fonte: LDS.org

In conclusione, sorella Bingham ha condiviso un piccolo estratto degli insegnamenti condivisi recentemente dai dirigenti della Chiesa, in merito al potere del Sacerdozio e le donne:

“Un aspetto importante dell’attuale condivisione della conoscenza da parte del Signore è legata all’accelerazione nel riversare verità eterne sul capo e nei cuori del Suo popolo.

Egli ha reso chiaro che le figlie del Padre Celeste ricopriranno un ruolo centrale in questo miracoloso processo di accelerazione.

Un’evidenza di questo miracolo è il modo in cui Egli guida il Suo profeta vivente per dare maggiore enfasi all’istruzione sul Vangelo nella casa e nella famiglia.” (Presidente Henry B. Eyring)

“Non siamo abituati a parlare di donne che abbiano l’autorità del Sacerdozio nelle loro chiamate in Chiesa, ma quale altro tipo di autorità potrebbe essere?

Quando una donna – giovane o anziana – è messa a parte per predicare il Vangelo come missionaria a tempo pieno, le viene conferita l’autorità del Sacerdozio per eseguire funzioni sacerdotali.

Lo stesso vale per una donna che viene messa a parte per servire in qualità di dirigente o insegnante in un’organizzazione della Chiesa sotto la direzione di qualcuno che detiene le chiavi del Sacerdozio.

Chiunque agisca in un ufficio o in una chiamata ricevuta da qualcuno che detiene le chiavi del Sacerdozio, esercita l’autorità del Sacerdozio nell’eseguire i suoi doveri.” (Presidente Dallin H. Oaks).

“Recarsi al tempio più frequentemente, permette al Signore di insegnarvi a fare affidamento sul Suo potere del Sacerdozio, con il quale siete stati investiti nel Suo tempio. […] Mie care sorelle, abbiamo bisogno di voi!

Abbiamo bisogno della vostra forza, della vostra conversione, della vostra convinzione, della vostra capacità di dirigere, della vostra saggezza e delle vostre voci.” (Presidente Russell M. Nelson)

“Quando uomini e donne si recano al tempio, essi sono entrambi investiti con lo stesso potere che, per definizione, è il potere del Sacerdozio.

Mentre l’autorità del Sacerdozio è diretta mediante le chiavi del Sacerdozio, le quali sono detenute solo da uomini degni, l’accesso al potere e alle benedizioni del Sacerdozio è disponibile a tutti i figli di Dio.” (Presidente M. Russell Ballard)

Nel riferire queste citazioni, sorella Bingham ha riconosciuto: “il fatto che le donne non siano ordinate al Sacerdozio, potrebbe essere motivo di frustrazione per qualcuno.”

In risposta a tale frustrazione, ella ha condiviso questa citazione di Sheri Dew:

“Sorelle, qualcuno proverà a farvi credere che, siccome non siete state ordinate al Sacerdozio, siete tagliate fuori.

Queste persone si sbagliano e non comprendono il Vangelo di Gesù Cristo. Le benedizioni del Sacerdozio sono a disposizione di qualunque donna o uomo retto.

Tutti noi possiamo ricevere lo Spirito Santo, ottenere rivelazioni personali, e ricevere l’investitura nel tempio, da cui usciamo “armati” di potere.

Il potere del Sacerdozio guarisce, protegge e immunizza le persone rette dalle forze del male.

Cosa più importante, la pienezza del Sacerdozio contenuta nelle più alte ordinanze della casa del Signore, può essere ricevuta solamente da un uomo e una donna insieme.”

Sorella Bingham ha aggiunto la sua testimonianza, dicendo:

“A prescindere dalle sue circostanze, [una donna] avrà sempre accesso al potere del Sacerdozio fintantoché manterrà fede alle sue alleanze.”

Questo articolo è stato originariamente scritto da Danielle B. Wagner ed è stato pubblicato su ldsliving.com, intitolato Women Endowed with Priesthood Power: Relief Society General Presidency Answers 4 Crucial Questions. Italiano ©2019 LDS Living, A Division of Deseret Book Company | English ©2019 LDS Living, A Division of Deseret Book Company