Nel prossimo fine settimana, si terrà la Conferenza Generale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Un evento tanto atteso per ascoltare la parola di Dio

Trattasi di un avvenimento di grande importanza per la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, meglio nota come Chiesa Mormone, in quanto, durante un week end, sarà riunita tutta la comunità a livello mondiale per poter ascoltare la parola del Padre Celeste tramite i Suoi servitori scelti: Profeta, Apostoli, Settanta, ecc..

Ma che cos’è la Conferenza generale? Vediamo di cosa si tratta.

La Conferenza Generale della Chiesa di Gesù Cristo

La conferenza generale della Chiesa di Gesù Cristo è la riunione più importante della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Si riunisce due volte all’anno nella cosiddetta “conferenza semiannuale”, il primo fine settimana di aprile e di ottobre, nel centro delle conferenze a Salt Lake City.

Fa eccezione la riunione della Società di soccorso, che si svolge il sabato precedente.

La conferenza viene teletrasmessa nelle cappelle mormoni, via satellite e on stream, su internet, in tutto il mondo attraverso la BYU Television (comunemente indicata come BYU -Tv) che è un canale televisivo via cavo e satellitare statunitense.

Il Canale è nato nel gennaio del 2000, in inglese e in spagnolo, interamente gestito dalla Brigham Young University con sede a Provo, nello Utah, ed è il canale televisivo ufficiale mormone della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Le congregazioni dei Mormoni sparse per il mondo si riuniscono nelle loro cappelle dove possono vedere le varie sessioni della Conferenza, in diretta o in differita.

Ogni anno, la Conferenza generale è definita da un numero in sequenza cronologica.

La prima conferenza si tenne nel 1830, anno della costituzione della Chiesa. Nel 2010 si è tenuta la 180ma edizione. (Wikipedia, “Conferenza generale – Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ”).

Le origini della Conferenza della Chiesa di Gesù Cristo

Le conferenze hanno sempre fatto parte della vera Chiesa di Gesù Cristo. Come ben sappiamo, Adamo radunò la sua posterità e profetizzò di cose a venire. Allo stesso modo, Mosè radunò i figli di Israele e insegnò loro i comandamenti che aveva ricevuto.

Non dimentichiamoci che il Padre Celeste insegnò alle moltitudini di persone riunite, sia in Terra Santa che nel continente americano. Pietro radunò i credenti a Gerusalemme.

La prima Conferenza generale degli Ultimi Giorni fu tenuta soltanto due giorni dopo l’organizzazione della Chiesa e questo appuntamento è talmente importante che si ripete ancora oggi.

Qual è lo scopo della Conferenza Generale della Chiesa di Gesù Cristo

Lo scopo principale della Conferenza è quello di insegnare il vangelo di Gesù Cristo, tramite discorsi del profeta, Presidente della Chiesa, degli Apostoli e delle altre Autorità della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

Inoltre, gli affari più importanti della Chiesa vengono presentati durante queste riunioni.

Questi affari riguardano di solito il sostegno dei nuovi dirigenti in nuove cariche, ma possono riguardare anche l’assunzione di nuove rivelazioni nel canone delle scritture.

L’ultimo esempio in tal senso fu la rivelazione sul sacerdozio del 1978, conosciuta come “Seconda dichiarazione ufficiale” contenuta nel libro di Dottrina e Alleanze. (Wikipedia, “Conferenza generale – Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ”)

Cosa rappresenta per noi questo avvenimento

La Conferenza generale della Chiesa di Gesù Cristo è un momento di grande spiritualità, che noi tutti attendiamo con grande gioia, desiderosi di conoscere la parola del Padre Celeste, per fortificarci e per poter affrontare meglio le problematiche della vita.

È un’occasione per riunirsi e, quindi, accrescere e rinsaldare i legami tra noi fratelli e trovare nuove motivazioni, per il prosieguo della nostra vita spirituale.

Alla Conferenza generale della Chiesa di Gesù Cristo possiamo ricevere la parola del Signore necessaria per noi. Ascoltare i discorsi dei servi del Padre Celeste costituisce una rivelazione per chi ascolta e provoca in lui una forte manifestazione dello Spirito.

Questo è possibile perché lo Spirito Santo porta la parola del Signore fino ai nostri cuori, in termini a noi comprensibili.

Ciò che viene detto non è tanto importante quanto quello che sentiamo e quello che proviamo.

Ecco perché ci sforziamo di assistere alla Conferenza in un ambiente in cui la voce calma e sommessa dello Spirito può essere chiaramente udita, sentita e capita.

Come disse un Apostolo tramite le conferenze la nostra fede si fortifica e la nostra testa siimonianza diventa più profonda.

E quando siamo convertiti, ci rafforziamo l’un l’altro per rimanere saldi in mezzo ai dardi infocati di questi ultimi giorni. (Conferenza generale Ottobre 2013, Anziano Robert D. Hales “Conferenza generale: per rafforzare la fede e la testimonianza).

Come bisogna prepararsi alla Conferenza generale della Chiesa di Gesù Cristo

Il modo migliore per prepararsi alla prossima conferenza della Chiesa di Gesù Cristo è quello di immergersi nei consigli impartiti in quella precedente.

Ripassare la conferenza precedente è qualcosa che bisognerebbe fare ogni giorno lasciando che gli insegnamenti dei profeti penetrino nel nostro cuore e nella nostra mente e cercando così di dialogare con il Padre Celeste affinché possa indicarci le giuste direttive per affrontare le prove che la vita ci sottopone quotidianamente.

A questo proposito, possiamo riportare la testimonianza di un membro della Chiesa, il quale è riuscito ad avere dei grandi benefici dalla lettura  dei discorsi della Conferenza Generale della Chiesa di Gesù Cristo:

“Una mattina, il discorso dell’anziano L. Tom Perry “Viviamo con semplicità” si è rivelato particolarmente azzeccato per le mie circostanze.

L’anziano Perry ha applicato i principi insegnati da Henry David Thoreau, in Walden, al processo di semplificazione della nostra vita, conseguibile ravvivando la spiritualità e trovando sollievo dalle pressioni del mondo.

A motivo dei miei impegni scolastici, le gite di famiglia sono per noi preziose e rare; tuttavia un’estate, prima del discorso dell’anziano Perry, visitammo il Walden Pond (lago di Walden), trascorrendo un momento di riflessione all’interno di una replica della casa di Thoreau.

Ci divertimmo quel pomeriggio bagnandoci nel lago e costruendo castelli di sabbia sulla riva. Dopo esser tornati a casa, la nostra famiglia ringraziò il Padre Celeste per le Sue creazioni, di cui avevamo goduto insieme.

Alcuni mesi più tardi, mentre camminavo a fatica su un marciapiede coperto di neve, mi venne in mente quel dolce giorno estivo: grazie a quell’esperienza e al messaggio dell’anziano Perry, capii più chiaramente come trascorrere del tempo con la mia famiglia sia essenziale per condurre una quieta vita incentrata sul Vangelo.” (Liahona 2012, Mark A. Barrionuevo “Prepararsi per la conferenza generale”).