mormone-dono-spirito-santo

Sin da quando eravamo fanciulli, abbiamo spesso sentito parlare dello Spirito Santo. Il mondo stesso ha diverse idee e preconcetti su di esso, ma siamo in grado di rispondere in maniera esaustiva alla domanda: “Che cos’è lo Spirito Santo?” e “Qual è la Sua funzione ed utilità nella nostra vita?” Nel credo cristiano, è giustamente diffuso il pensiero che lo Spirito Santo sia il terzo componente della Divinità.

Lo Spirito Santo

Egli è un personaggio di Spirito, come il Suo nome stesso suggerisce, in accordo con quanto possiamo leggere anche dalle sacre scritture. Infatti in Dottrine ed Alleanze, nella sezione centotrenta, nel versetto ventidue leggiamo:

<<Il Padre ha un corpo di carne ed ossa, tanto tangibile quanto quello dell’uomo; il Figlio pure; ma lo Spirito Santo non ha un corpo di carne e ossa, ma è un personaggio di Spirito. Se non fosse così, lo Spirito Santo non potrebbe dimorare in noi>>

Quanto chiaro è questo passo scritturale! Consente ad ognuno di noi di comprendere meglio la divina chiamata di questo meraviglioso personaggio Celeste. Egli ha più di un compito e numerosi sono i Suoi ruoli all’interno del Piano di Salvezza, designato dal nostro Dio Padre. Il primo, fra tutti i Suoi compiti, è quello di portare testimonianza del Padre e del Figlio, come possiamo leggere nel versetto quarantuno del libro di Ether, nel capitolo dodici, che dice:

<<Ed ora, vorrei raccomandarvi di cercare questo Gesù del quale hanno scritto i profeti e gli apostoli, affinché la grazia di Dio Padre, e anche del Signore Gesù Cristo, e dello Spirito Santo, che porta testimonianza di Essi, sia e rimanga in voi per sempre>>

gesù-cristoIl Suo secondo compito è quello di rivelare la verità di ogni cosa, come possiamo leggere nel libro di Giovanni, nel capitolo quattordici, nel versetto ventisei: <<Ma quando il Padre manderà al mio posto il Consolatore e, dicendo Consolatore, intendo lo Spirito Santo, egli v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto>> ed ancora nel capitolo sedici, sempre nel libro di Giovanni, nel versetto tredici leggiamo: <<Quando verrà lo Spirito Santo, Spirito di verità, vi guiderà nella verità senza compromessi, perché non sosterrà le proprie idee, ma vi dirà tutto ciò che ha udito. Non solo , ma vi rivelerà anche le cose future>>

Il Suo terzo compito è quello di santificare coloro che si sono pentiti e che sono stati battezzati, come si evince nel terzo libro di Nefi, al capitolo ventisette, nel versetto venti, che dice: <<Ora, questo è il comandamento: Pentitevi, voi tutte estremità della terra; venite a me e siate battezzati nel mio nome, per poter essere santificati mediante il ricevimento dello Spirito Santo, per poter stare immacolati dinanzi a me all’ultimo giorno>>

Infine, il Suo quarto compito è quello di essere il Santo Spirito di Promessa, come si evince dai seguenti passi scritturali. Primo fra tutti, in Dottrine ed Alleanze settantasei, i versetti che vanno dal cinquantuno al cinquantatré, che dicono:

<<Sono coloro che accettarono la testimonianza di Gesù e credettero nel suo nome, e furono battezzati alla maniera della sua sepoltura, essendo sepolti nell’acqua nel suo nome, e ciò secondo il comandamento che egli ha dato — Affinché, rispettando i comandamenti, fossero lavati e purificati da tutti i loro peccati e ricevessero lo Spirito Santo mediante l’imposizione della mani da parte di colui che è ordinato e suggellato a questo potere. E che vincono mediante la fede, e sono suggellato mediante il Santo Spirito di promessa, che il Padre riversa su tutti coloro che sono giusti e fedeli>>

Una volta che abbiamo compreso i diversi compiti e ruoli che questo terzo componente della Divinità possiede, possiamo affermare che la Sua influenza e la Sua presenza è diretta ad ogni figlio di Dio, senza discriminazione alcuna, né di razza o di cultura, perché siamo tutti figli del medesimo Dio che è nei Cieli. A tal scopo è importante precisare che lo Spirito Santo può avere influenza su una persona prima del battesimo e rendere testimonianza che il Vangelo è vero.

Ma il diritto di avere la costante compagnia dello Spirito Santo, quando una persona ne è degna, è un dono che si può ricevere soltanto mediante l’imposizione delle mani da parte di un detentore del Sacerdozio di Melchisedec, dopo il battesimo autorizzato nella vera Chiesa di Gesù Cristo.

Dunque, da quanto appena affermato, possiamo evincere l’importanza di saper riconoscere fra la vastità, la moltitudine delle diverse Chiese nel mondo, la vera Chiesa di Dio, stabilita sulla Terra per Sua volontà e manifestazione del Suo amore per tutti noi.

Tale scelta è per ognuno di noi vitale ed a tal fine, in nostro soccorso ed aiuto, il Signore ci ha donato l’opportunità di poter avere un sostegno dall’alto mediante l’influenza dello Spirito Santo che, di volta in volta, ci aiuta ad aprire i nostri occhi spirituali per riconoscere il verbo falso da quello vero, al fine di riconoscere mediante la Sua influenza, la vera Chiesa di Dio sulla Terra.

Il dono divino per l’umanità: lo Spirito Santo – II Parte

Questo articolo è stato scritto da Ether Modugno.

Risorse aggiuntive:

Se volete saperne di più sui mormoni, cliccate qui.