Preghiera-mormoneII PARTE. Ma come parla ad ognuno di noi il dono divino dello Spirito Santo e come possiamo riconoscere la Sua presenza nella nostra vita? Per rispondere a questa domanda, possiamo leggere il secondo versetto di Dottrine ed Alleanze otto, che dice:

<<Sì, ecco, io ti parlerò nella tua mente e nel tuo cuore mediante lo Spirito Santo, che verrà su di te e che dimorerà nel tuo cuore>>

In questo versetto il Signore menziona due organi specifici del nostro corpo: la nostra mente ed il nostro cuore.

In natura generalmente questi due organi possono spingere in direzioni opposte. Questo perché, emotivamente, la nostra mente è la regione del nostro corpo dove dimora la nostra capacità di pensare, di ponderare e discernere, mentre il cuore spesso è considerato il risiedere più soggetto alle decisioni impulsive e sentimentali e può accadere che la mente ci indichi una direzione da seguire, mentre il nostro “cuore” ci indichi in quel momento una direzione diametralmente opposta.

Questa è, di frequente, la nostra condizione umana, alla quale siamo chiamati ogni giorno, infinite volte, nel prendere decisioni semplici o difficili, nel valutare, di volta in volta, le nostre scelte adottate in base a ciò che percepiamo mentalmente ed affettivamente.

Il rischio è quello di essere sballottati qua e là da ogni vento di dottrina e, se pur in buona fede, non essere sempre certi che la decisione presa sia sempre la migliore. A tal scopo il Signore ci ha inviato questo Messaggero Celeste, lo Spirito Santo, che, nell’influenzare positivamente e suggerire la via giusta, fa scaturire in noi una riflessione ed un cambiamento di direzione dovuto all’ascoltare il giusto suggerimento.

Infatti, quando siamo sotto l’influenza dello Spirito Santo questi due nostri organi, “cuore” e “mente”, viaggiano, vivono all’unisono e l’uno conferma all’altro la giusta azione da intraprendere, poiché l’uno è testimone dell’altro e l’uno sussurra all’altro la verità imprescindibile di ogni cosa.

Il dono divino

È come vivere in una stanza in penombra, dove ogni tanto la nostra attenzione viene catturata da luci fugaci, ma quando, per grazia divina e per nostro desiderio reale di cercare la verità, percepiamo il calore dello Spirito Santo, è come se quella medesima stanza che fino a quel momento era in penombra, s’illuminasse di una luce abbagliante, una luce calda che riscalda ogni centimetro della nostra pelle.

Una luce che pervade tutto il nostro essere di una ferma convinzione di ciò che sia giusto fare per noi in quel specifico momento. Una luce che dona forza al nostro carattere e ci da facoltà di prendere con fermezza e risolutezza anche le decisioni più importanti ed impegnative della nostra vita. Questo è “l’influenza dello Spirito Santo” e non è possibile confondere tali emozioni, tali sensazioni ed esperienze, con quel che il mondo incredulo potrebbe etichettare come auto impressione.

Lo Spirito Santo non è ragion d’impressione. Lo Spirito Santo non è un flusso di pensiero od una reminiscenza del nostro trascorso temporale. Lo Spirito Santo è un componente della Divinità, che ha facoltà di influenzare contemporaneamente ogni essere umano sulla faccia di questo meraviglioso pianeta. Ma com’è possibile tutto ciò?

Per meglio rispondere a quest’importante quesito, possiamo fare il seguente paragone che può venirci in aiuto nel comprendere come Egli possa fare tutto ciò contemporaneamente ed ad ognuno di noi. Pensiamo al Sole. Nonostante sia solo uno, i suoi raggi illuminano e riscaldano tutti contemporaneamente. La sua influenza ed evidenza è tale, che risulta impossibile dire in una calda giornata di sole che esso non esista. Analogamente è per l’influenza dello Spirito Santo.

Quando le azioni della nostra vita ci consentono di essere degni di poterne sentire i Suoi benefici, sentiamo riscaldare la nostra anima e ciò che prima era incerto, può divenire chiaro e sicuro, al punto da non poter fare a meno di affermare “Ora, io so!” Questo è uno dei più grandi doni che porta lo Spirito Santo, ossia la capacità di poter ricevere per noi stessi delle personali, sincere e profonde testimonianze su ogni cosa, poiché, come detto poc’anzi, uno dei compiti dello Spirito Santo è testimoniare ciò che è vero.

Il dono divino per l’umanità: lo Spirito Santo – III Parte

Questo articolo è stato scritto da Ether Modugno.

Risorse aggiuntive:

Se volete saperne di più sui mormoni, cliccate qui.